giovedì 23 febbraio 2012

Cassetta shabby- asciuga gessi

Ciao ragazze!
Che giornate, mi sento rivivere!!!
Oggi vi faccio vedere un recupero shabby.
Sempre più spesso mi capita di dover fare quantità di gessi notevoli, concentrati in periodi ristretti.Tenendo conto che hanno bisogno del loro tempo per asciugarsi e che non posso metterli per terra per via dei gatti (che ogni tanto sanno essere veramente bastardi, permettetemi il termine) ,ho dovuto trovare una soluzione alternativa che ne potesse tenere il maggior num. possibile, nel minor spazio o non ci si muoveva più dopo un po'.Così questo tipo di cassetta è diventata un'asciugatrice ideale.Per un po' l'ho utilizzata grezza, ma appena ho avuto un po' di tempo l'ho sistemata a dovere e ho fatto pure le foto per voi ,passo passo.



L'ho scartavetrata appena, grossolanamente per togliere più che altro le schegge di legno e i pezzetti che si stavano togliendo, perchè sul legno mi piacciono molto che si vedano le venature, non solo il finto scrostamento che si crea con la tecnica shabby; poi sono passata subito con la base colorata, non ho usato un aggrappante, ma direttamente un acrilico grigio e data la quantità abbondante tra dentro e fuori ho usato un barattolone di una sottomarca preso in fiera l'anno scorso.


idem per il bianco passato sopra, almeno 2 o 3 mani, (dopo aver passato la candela su bordi e venature)


ecco la foto dopo aver passato la carta vetrata sulle venature del legno,

la cera precedentemente passata, non permette all'acrilico di attaccarsi e quando si passa la cartavetrata la pittura bianca si toglie dove c'era la cera, creando questo effetto.


qui con il sole si vede di più.



Mi sono fatta poi lo stencil così: mi sono scelta un carattere di scrittura che mi piace e mi sono stampata la frase al pc della grandezza desiderata, poi l'ho ricalcato su un foglio di acetato e per finire pazientemente ritagliato


Ho usato lo stesso grigio della base e una volta asciutta ho passato anche sopra lo stencil la carta vetrata perchè la scritta risultava troppo perfetta, finta.


Essendo una cosa che è sempre visibile in mansarda ho cercato di renderla il più piacevole possibile, decorando tutti i lati, questo è il retro,


Lo stencil fatto da me, con il procedimento sopra descritto, quindi ognuno può farsi il proprio pseudonimo, basta tanta pazienza.




e questi sono i due lati corti


Qui gli stencil sono comprati


e l'ultimo lato




Eccola qui nella sua funzione che svolge in maniera impeccabile.(ops, qui mi ha tagliato la E di Home, pazienza, ma volevo mostrarvela e da dove sono ora nn posso modificare la foto)
So che ho già fatto post di questa tecnica, ma a parte che a me piace vedere le fasi di lavorazione anche negli altri blog, ma c'è sempre qualche nuova amica che si vorrebbe cimentare in questa tecnica e a volte le immagini parlano più di cento parole.
Non è la tecnica shabby per eccellenza, questa è solo la maniera in cui la eseguo io, sperando possa esservi stata utile.
Un bacio a tutte!

Se vuoi essere avvisato quando posto, tramite mail clicca qui

MODELLI GESSI

MODELLI GESSI
Per facilitare la ricerca dei modelli di gessi, qui sono ordinati per nome e per numero,clicca sulla foto